Sei qui: Home » News siti amici » News TGCOM
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

News siti amici - News TGCOM

Tgcom24


Tgcom24 contents


(21/05/2022 • 20:36)

(21/05/2022 • 20:03)

(21/05/2022 • 19:49)

(21/05/2022 • 19:39)

(21/05/2022 • 19:11)

(21/05/2022 • 17:55)

Il Presidente emerito Giorgio Napolitano operato all'addome a Roma 

 

 

Il chirurgo: "Intervento all'addome, sta bene" - "Napolitano sta bene ed ha superato l'intervento all'addome. Le sue condizioni sono compatibili con quelle di un paziente della sua età", ha spiegato Giuseppe Maria Ettorre, il chirurgo addominale a capo dell'equipe che ha effettuato l'intervento.

Leggi di più

(21/05/2022 • 17:30)

Covid, 23.976 nuovi casi con 231.931 tamponi e altri 91 morti 

 

 

Secondo i dati del ministero della Salute, ad oggi sono 301 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (gli ingressi giornalieri sono 20). I ricoverati nei reparti ordinari sono 6.570. Sono 856.869 le persone attualmente positive al Covid, 17.541 in meno nelle ultime 24 ore. In totale sono 17.229.263 gli italiani contagiati dall'inizio della pandemia. I dimessi e i guariti sono 16.206.476.

 

Leggi di più

(21/05/2022 • 16:40)

(21/05/2022 • 16:40)

(21/05/2022 • 16:16)

Coronavirus, la situazione dei contagi in Italia: la mappa e i grafici interattivi 



Tutti i numeri del contagio
 

 

La situazione in Italia, regione per regione

 

Rapporto tra persone sottoposte a tampone e contagi rilevati

 

La pressione sulle terapie intensive (dati in %)

 

Deceduti e terapie intensive, la variazione nelle 24 ore

 

Contagi, guarigioni e decessi: l'andamento giorno per giorno

 

Nuovi contagi, attualmente positivi, guarigioni e decessi

 

 

Se non visualizzi i grafici clicca qui

 

 

Leggi di più

(21/05/2022 • 16:00)

Trento, coppia muore in un incidente in moto: stava andando al concerto di Vasco Rossi 

Il sindaco di Sarsina: "Una tragedia immane" - "E' una tragedia immane - sono state le parole del vice sindaco di Sarsina, Gianluca Suzzi, alla stampa locale - tutti in paese li conoscevano. Una famiglia modello con tre bambine che frequentano le scuole elementari e medie. Erano sempre disponibili e gentili con tutti, persone molto attive nella parrocchia".

 

La dinamica - L'incidente è avvenuto venerdì pomeriggio. Forse una mossa azzardata in curva e il vano tentativo di evitare il camion che sopraggiungeva sull'altra corsia: la moto avrebbe impennato prima di scontrarsi contro il mezzo pesante per cercare di evitarlo. I carabinieri hanno aperto un'indagine per capire l'esatta dinamica dello schianto.

Leggi di più

(21/05/2022 • 13:22)

Mottarone un anno dopo, parla un soccorritore: "La cabina è esplosa" 

"Quando la cabina ha toccato terra - spiega il soccorritore - è come esplosa e le persone sono state lanciate a diversi metri di distanza".

Leggi di più

(21/05/2022 • 13:03)

(21/05/2022 • 12:54)

(21/05/2022 • 12:38)

Covid, Iss: mezzo milione di reinfezioni in 9 mesi | Sale l'età dei ricoverati nei reparti e nelle intensive  

 

Le reinfezioni - Con l'emergere della variante Omicron, il rischio di reinfezione è aumentato di 18 volte proprio fra coloro che non sono vaccinati, fra i giovani sotto i 40 anni e gli operatori sanitari ha evidenziato uno studio dell'Iss pubblicato dalla rivista Eurosurveillance. Nello studio sono stati esaminati quasi 8,5 milioni di casi e quasi 250mila reinfezioni (definite come infezioni da Sars-CoV-2 riscontrate almeno 90 giorni dopo la prima, o 60 giorni dopo se con un genotipo differente) che si sono verificati tra agosto 2021, periodo in cui era largamente prevalente la variante Delta, e gennaio 2022, quando invece a dominare era la Omicron.

 

Sono stati valutati diversi fattori di rischio o di protezione sia per la reinfezione in generale che per la reinfezione grave, dall'età allo status vaccinale. Con la variante Omicron il rischio di reinfezione è risultato 18,1 volte quello che si aveva con la variante Delta. Il rischio è risultato 2,9 volte maggiore per i non vaccinati rispetto ai vaccinati con almeno una dose da meno di 120 giorni, indipendentemente dalla variante predominante.

 

Il rischio è risultato maggiore per le donne (1,2 volte rispetto agli uomini) e per i giovani nella fascia 20-39 (1,2 volte rispetto alla 40-59), mentre è minore nelle fasce più anziane per effetto della protezione data dal vaccino. Per gli over 80 ad esempio è 0,4 volte rispetto sempre alla fascia 40-59. Negli operatori sanitari il rischio è circa doppio (1,9 volte) rispetto agli altri. In generale il rischio di reinfezione grave è risultato più basso, circa 0,4 volte, con Omicron rispetto a Delta, il maggiore fattore di rischio di reinfezione grave è risultato avere piu' di 80 anni (13 volte maggiore rispetto alla fascia 40-59). Chi ha avuto una prima infezione grave ha mostrato un rischio 2,9 volte maggiore che sia grave anche la reinfezione.

 

Sale l'età dei ricoverati nei reparti e nelle intensive - Secondo il rapporto dell'Iss, sono "in diminuzione l'incidenza delle infezioni Covid in tutte le fasce d'età mentre sale l'età mediana al ricovero e all'ingresso terapia intensiva da 71 a 75 e da 68 a 75. Nella fascia 10-19 anni si registra il più alto tasso di incidenza a 14 giorni, pari a 1.051 per 100.000, mentre nella ascia di età 20-29 anni si registra il valore più basso, 770 casi per 100.000 abitanti".


88% efficacia del booster contro la malattia severa- Il report esteso Iss evidenzia anche che "l'efficacia del vaccino nel periodo di prevalenza Omicron (a partire dal 3 gennaio 2022) nel prevenire casi di malattia severa è pari al 70% nei vaccinati con ciclo completo da meno di 90 giorni, 69% nei vaccinati con ciclo completo da 91 e 120 giorni, 71% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 120 giorni pari e al 88% nei soggetti vaccinati con dose aggiuntiva/booster".

Leggi di più

(21/05/2022 • 11:27)

(21/05/2022 • 11:15)

(21/05/2022 • 09:27)

Alternanza scuola-lavoro, studente 17enne gravemente ustionato in officina a Merano 

 

 

Il sequestro, spiega l'avvocato Monica Morisi, legale di fiducia del titolare della carrozzeria di Merano, è "un atto dovuto per cercare di accertare la causa dell'incidente".

 

Lo studente e il cliente si trovavano all'interno della cabina forno, che aveva le porte aperte ed era vuota, in attesa del successivo utilizzo: il giovane stava pulendo il pavimento con il macchinario quando, per cause da accertare, sarebbe stato investito da un'improvvisa fiammata partita dal macchinario, i cui detergenti potrebbero essere entrati in contatto con l'impianto elettrico ed aver innescato una prima fiammata. Si tratta comunque di aspetti ancora tutti da accertare.

 

"Il titolare della carrozzeria, emotivamente molto provato dall'accaduto, non risulta essere indagato", aggiunge il legale. I due feriti sono sempre ricoverati in gravi condizioni: il 17enne si trova al Centro grandi ustionati di Murnau in Baviera, mentre il cliente è curato nella clinica universitaria di Innsbruck. Entrambi non sarebbero in pericolo di vita.

 

 

La presa di posizione dell'Unione studenti - "Questo incidente si aggiunge a una lunga lista di morti sul lavoro e all'interno delle scuole - dice Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell'Unione degli studenti -, morti causati da un sistema malato, volto solamente al profitto. Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla famiglia, i compagni di scuola e gli amici del ragazzo. Vogliamo sicurezza dentro e fuori le scuole, vogliamo che l'alternanza scuola-lavoro e gli stage vadano aboliti a favore dell'istruzione integrata che metta in critica il sistema produttivo attuale per costruire dai luoghi della formazione un modello diverso di società".  

 

Leggi di più

(21/05/2022 • 08:33)

Cagliari, lanciata una molotov contro l'ingresso del Comando Militare Esercito Sardegna 

 

La bottiglia incendiaria ha annerito la parete, mentre la vernice ha imbrattato anche il portone d'ingresso. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento porto e la polizia con gli specialisti della scientifica che si sta occupando dei rilievi.

 

Dura condanna da parte di Salvatore Deidda, deputato e capogruppo di Fratelli d'Italia. Al Comando regionale dell'Esercito a Cagliari "va la nostra solidarietà e sostegno, un episodio che arriva dopo un irresponsabile e crescente campagna di 'disinformazione' sulle Esercitazioni della Marina Militare. I violenti dovrebbero essere isolati e fermati, non alimentati. Presenterò una interrogazione per chiedere chiarimenti al governo se intende adottare le opportune iniziative a tutela delle nostre Forze Armate", ha scritto su Facebook. 

 

Il corteo contro la guerra e le esercitazioni - Venerdì mattina, proprio da via Torino dall'ingresso della sede del Comando Esercito Sardegna era partita la protesta-sciopero di sindacati di base, movimenti antimilitaristi, pensionati e scuola contro l'utilizzo delle armi e le esercitazioni. Il corteo era arrivato fino in porto.

Leggi di più

(21/05/2022 • 07:28)

Ultimo aggiornamento: 21/05/2022 &b000000SaturdaySaturday; 22:43